Chirurgia Estetica – Riduzione del Seno

Riduzione del Seno, o Riduzione Mastoplastica, e’ una procedura chirurgica per ridurre le dimensioni e contorno dei seni con dimensioni anormali a causa della ipertrofia del seno.  La procedura permette alla paziente fare l’attivita’ fisica in un modo piu’ confortevole, allevia il peso che causa dolore nel petto, spalle, collo e schiena, e migliora l’aspetto complessivo della paziente.

Una consulta con un chirurgo plastico, e’ il primo passo che una paziente dovrebbe prendere quando si sta considerando la riduzione mastoplastica.  Si dovrebbe discutere apertamente le vostre aspettative riguardo alle dimensioni ed il contorno dei vostri seni dopo l’intervento, tenendo presente che il risultato desiderato e’ il miglioramento, non la perfezione.

Noi condurremo un esame di routine del seno, e secondo la vostra eta’, e la vostra storia medica, puo’ determinarsi che la mammografia, o raggi X al seno sono necessarie. Dopo d’aver esaminato a voi, discuteremo altre variabili che influenzano le decisioni che intervengono nella procedura, come le dimensione e la forma dei vostri seni, e la condizione della pelle del seno. Siccome la capacita’ di allattare dopo una riduzione mastoplastica e’ imprevedibile, una paziente che sta considerando l’allattamento dopo la chirurgia, deve consultare questo con noi in questo momento.

Durante la visita iniziale, vi spiegheremo i dettagli specifici del vostro caso, compresa la tecnica chirurgica da utilizzare, l’anestesia, e cio’ che la chirurgia puo’ realisticamente ottenere. Altri fattori da considerare prima di sottoporvi ad una riduzione mastoplastica, dovrebbe essere discusso durante la consulta.

Migliaia di riduzione mastoplastica sono eseguite con successo ogni anno. Nonostante, dovreste essere consapevole dei rischi potenziali della chirurgia, e le specifici complicanze legati alla riduzione mastoplastica. Post-operatorie complicanze, come ritardo nella guarigione, infezioni o coaguli di sangue sono rare. Un povero processo di guarigione puo’ necessitare una revisione successiva della cicatrice. Fumatrici devono sapere che la nicotina puo’ ritardare la guarigione. Il rischio di complicanze puo’ essere ridotto al minimo seguendo strettamente il consiglio sul follow-up del vostro chirurgo durante il processo di guarigione.

 

CHIRURGIA

Riduzione Mastoplastica generalmente viene eseguita per ridurre seni grandi, sproporzionati, e cascanti.  La procedura puo’ anche ridurre la dimensione del areola (la pelle rosa scura che circonda il capezzolo) che diventa spesso allargata quando il seno si sviluppa. (Fig.1).  La magnitudine della procedura dipende dei cambiamenti desiderati, e quello che il vostro chirurgo ritenga opportuno.

Manipolando attraverso le incisioni, il tessuto in eccesso, l’adiposo, e pelle ai lati del seno vengono escisse (aree ombreggiate, Fig. 2). La pelle e’ rimossa dalla zona all’interno l’incisione verticale e attorno l’areola. Il capezzolo, l’areola ed il tessuto mammario sottostante, vengono spostati attraverso questo spazio ad una nuova posizione piu’ elevata. (Fig. 2). Dopo che il capezzolo ha stato riposizionato, pelle su entrambi i lati del seno sono abassati, e intorno l’areola, e poi posti insieme per rimodellare il seno. Suture chiudono le ferite sotto il seno ed intorno alla zona del capezzolo. (Fig. 3). Dopo la chirurgia, una fascia e’ avvolta intorno ai seni, o un reggiseno chirurgico puo’ essere applicato.

Secondo il grado o ampiezza della chirurgia, essa puo’ durare circa tre ore o di piu’.

Attualmente, la tecnica verticale per la mastoplastica e’ la piu’ popolare ed utilizzata nella riduzione mastoplastica. I vantaggi di questa tecnica l’eliminazione del taglio orizzontale, e la fornitura di una forma esteticamente attrativa del seno senza l’ allargamento areolare.

Un’ altra tecnica coinvolge completamente staccando il capezzolo dal seno prima di riposizionarlo. Siccome un capezzolo trapiantato perde ogni sensibilita’, questa tecnica e’ eseguita solo quando e’ necessario per le pazienti con seni estremamente smisurati.

Paziente di riduzione mastoplastica, prima dell’ intervento, con seni smisurati e pesanti, e dentellature nelle spalle da i cinghie di reggiseno stretto.

Suture chiudono le incisioni, lasciando cicatrici permanenti che sono nascoste facilmente con un reggiseno normale, o costume da bagno.

Tessuto del seno, tessuto adipose, e pelle in l’area ombreggiata vengono rimossi, ed il capezzolo e’ riposizionato a una posizione piu’ elevata.

 

La paziente postoperatoria e’ vista con seni piu’ piccoli e rimodellati.

 

 

POST - CHIRURGIA

Dopo l’intervento, dolore che e’ controllato facilmente con i farmaci, si abbassera’ in un giorno o due. La paziente puo’ essere dimessa poche ore dopo l’intervento. Gonfiore e macchie della pelle intorno al incisioni si abbassera’ in pochi giorni. Dopo l’intervento chirurgico, si puo’ sentire perdita temporanea della sensibilita’ nei capezzoli, e la pelle del seno. Se questo si verifica, questa condizione migliorera’ con il tempo. Suture verranno rimossi entro due settimane dalla chirurgia. La paziente potra’ tornare alle sue attivita’ quotidiane in pochi giorni.

Anche se facciamo ogni sforzo per mantenere le cicatrici impercettibili al piu’ possibile, le cicatrici della riduzione mastoplastica sono ampie e permanenti. La paziente deve essere disposta ad accettare il cambiamento dai seni smisurati e piu’ disagevole senza cicatrici, ai seni di dimensione normale e confortevole con cicatrici. Le cicatrici rimangono altamente visibile per un anno dopo l’intervento, e poi si svaniscono fino ad una certa misura. Siccome l’incisioni sono fatti intorno e sotto i capezzoli, loro non dovrebbero essere visibili anche quando portando abbigliamento di taglio basso.

L’obiettivo di questa chirurgia e’ seni piu’ piccoli de dimensione normali, che siano proporzionate alla corporatura della paziente. (Fig. 4). Siccome non esistono due seni delle stesse dimensioni, e la stessa forma prima d’ una chirurgia, una piccola differenza puo’ esistere dopo l’intervento.